[ALICE'S WORDS] La mia esperienza su Wattpad e Wattpad Books

Credo che la maggior parte di noi abbia già sentito parlare della piattaforma Wattpad, che negli ultimi anni ha determinato il successo di moltissimi autori.

Wattpad ha rivoluzionato il modo di scrivere, gli autori non si nascondono più dietro un alone di mistero ma escono da subito allo scoperto, andando in cerca di lettori e di commenti.

E' risaputo che oggi contano di più i followers che il contenuto di quello che hai scritto, una casa editrice sarà sicuramente più propensa a prendere in considerazione uno scrittore che hai già dei fedeli lettori che uno sconosciuto. Investire su una persona con un zoccolo duro di followers, si tradurrà in maggiori vendite e sappiamo che le C.E. cercano più il profitto che la qualità, anche se alcune volte ci sono delle eccezioni. Per fortuna.

Detto questo a me la piattaforma Wattpad mi ha da sempre incuriosita ma anche spaventata, perchè in questo contenitore la storia che l'autore crea è poi in mano ai lettori, che commentando e danno dei consigli sul proseguo della storia, influenzano lo scrittore che sa bene, che se vuole avere successo, deve seguire i suggerimenti che li vengano fatti.

L'esempio più famoso del prodotto di Wattpad è la serie "After" di Anna Todd, lei stessa scriveva nella piattaforma ogni giorno un capitolo diverso, così di getto senza correzioni e senza rileggerlo ma in balia dei lettori che hanno indirizzato la storia verso il loro finale ideale.
E sappiamo quale sia stato il risultato a livello di vendite ma la storia è di qualità? 
Io qui non voglio dare un mio giudizio personale perchè ognuno ha i propri gusti e ci mancherebbe, però non sono d'accordo sul fatto che il testo venga inserito senza una dovuta revisione.

Wattpad sovverte tutte i migliori corsi di scrittura creativa, che seguo e che ho seguito, dove di principio prima di arrivare ai lettori c'è un lavoro preliminare di progettazione narrativa e di ricerca che in questo caso non esiste.
E quindi voi direte e noi poveri aspiranti scrittori perchè dobbiamo farci il mazzo così, se invece possiamo scrivere direttamente sulla piattaforma senza essere criticati per aver sbagliato un tempo verbale o l'uso della virgola? Oppure se la storia che stiamo scrivendo non è così originale?

Avete ragione ma a questa domanda non ho una risposta o almeno non una soddisfacente.

In tutto questo posso dire che la mia esperienza è stata quella di inserire per gioco qualche capitolo di un mio libro, ma nulla è successo di così eclatante, io non ho cercato di farmi conoscere e i lettori non sono venuti da me.

Nonostante tutte le mie perplessità in merito, Wattpad ora diventerà una casa editrice che pubblicherà delle storie principalmente young adult, ma la selezione degli autori avverrà grazie ad un algoritmo sui libri che potenzialmente potrebbero avere maggiore successo!

Quando ho letto la notizia non ci potevo credere, un algoritmo roba da matti.


Probabilmente io sono ancora vecchio stampo e andare a raccattare lettori in giro non fa per me, anzi non ne sono proprio capace, quindi probabilmente rimarrò nell'oblio dell'invisibilità ma forse scrivendo quello che sento,  non lasciandomi travolgere da quello che gli altri vogliono leggere. Altrimenti saremmo davanti ad un libro non scritto da una persona ma da un gruppo e quindi non avrebbe più senso.


Per oggi diciamo che ho scritto abbastanza, ora vi lascio ai vostri impegni ma vi ringrazio se avete dedicato qualche minuto a leggere questo mio articolo. 
E voi cosa pensate di Wattpad? Avete l'app? Vi piace e la utilizzate come lettori e/o come scrittori?
Se vi va raccontatemi la vostra esperienza.

A presto

Alice

 

Nessun commento