[ALICE'S WORDS] Consigli librosi per la Giornata della Memoria


Cari lettori,
oggi è la giornata della Memoria in ricordo delle vittime dell'Olocausto e come ogni anno vi consiglio alcuni libri sull'argomento, visto che è un tema di cui ho sempre letto molto.

Alcune sono storie vere, altre sono tratte da alcuni fatti realmente accaduti e poi ho aggiunto un diario di una giovane ragazza che non è riuscita a sopravvivere all'Olocausto.

Ma vediamo nel dettaglio i libri che ho scelto.






Il club del libro e delle bucce di patata di Guersney 
di Mary Ann Shaffer e Annie Barrows



Questo libro è meraviglioso, intenso, piena di emozioni e la protagonista Julia è una scrittrice.

Questo romanzo epistolare è ambientato nel 1946 tra Londra e l'isola di Guesney, in questa storia c'è dolore, sofferenza, amore per la lettura.

I libri salvano sempre e uniscono le persone!
Uno dei miei romanzi preferiti.

Recensione libro qui
Recensione film qui

Non dimenticarmi di Helga Deen



Questo è il diario di Helga Deen, giovane ragazza deportata a Sobibòr e morta in una camera a gas.
Quello che colpisce il lettore è la grande fiducia di Helga nel futuro e nella possibilità di tornare a casa, purtroppo non sarà così.

Recensione libro qui


L'interprete di Annette Hess



Questo è l'ultimo libro che ho letto sull'argomento dell'Olocausto, questo testo non è privo di difetti e ci racconta quello che successe al processo di Francoforte tra il 1963 e il 1965.
Eva è un personaggio veramente ben costruito e da sola reggerebbe l'intera storia, è una donna indipendente, che vuole conoscere la verità.

Recensione libro qui


La figlia dei ricordi di Sarah McCoy



Un libro intenso, emozionante e indimenticabile, una storia con protagoniste due donne: Elsie e Reba.
In alcuni punti mi sono commossa, le due storie che si intrecciano sono entrambe molto interessanti, però quella di Elsie è più coinvolgente forse per il periodo storico e la tematica che viene trattata.

Recensione libro qui



Ci proteggerà la neve di Ruta Sepetys



Siamo nel 1945 e la Prussia è invasa dalla Russia, nel libro le voci narranti e così i protagonisti sono quattro: Joana, giovane lituana scappata dal proprio paese e da una colpa che non sa dimenticare, Florian un misterioso ragazzo che ha una missione da compiere, Emilia giovane polacca incinta e Alfred ufficiale tedesco che crede ancora nella Guerra e negli ideali tedeschi.

Questo libro è un omaggio a tutti i profughi, è una testimonianza per ridare loro la giusta importanza e dignità e per non dimenticare mai.

Recensione libro qui


Finchè le stelle saranno in cielo di Kristin Harmel


Un libro intenso commuovente e difficile da dimenticare, ancora una volta la storia di due donne e due generazioni a confronto, la nonna Rose e la nipote Hope.



La sarta di Dachau di Mary Chamberlain



Anche in questo libro ancora una volta spicca un personaggio femminile, Ada.

Ada è un personaggio che non si scoraggia, forse ha avuto un momento di debolezza, ma poi ha capito che non poteva darla vinta a chi le voleva fare del male, quindi si rialza ancora una volta con fatica, con dolore ma anche con caparbietà e tenacia. 


Recensione qui

E voi cari lettori, avete letto uno di questi romanzi?
Cosa ne pensate?










Nessun commento